In questo sito non vengono utilizzati cookies per raccogliere informazioni personali in modo diretto ma alcuni elementi di terze parti potrebbero anche utilizzarli.
Cliccando su "approvo", navigando il sito o scorrendo questa pagina confermi di accettare i cookies
(che ricordiamo possono essere sempre disabilitati dalle impostazioni del tuo browser).
Leggi come vengono utilizzati i cookies su questo sito - Approvo

Alluvione a Porta San Pietro: "ecco in foto uno dei perché"

Come è possibile che ogni volta che cade un po’ di pioggia in più, la zona fuori Porta San Pietro diventa una succursale di Venezia? E prima di metterci la classica toppa per riparare in modo affrettato e approssimativo il danno del momento, non bisognerebbe indagare sui motivi per cui succede sempre lo stesso incidente? Questi ripetuti allagamenti non sono il segno palese che in quella zona c’è qualcosa che non funziona?

La nostra associazione, Viterbo Civica, ha raccolto gli interrogativi che aleggiano nell’aria da domenica scorsa e ha deciso di mettersi alla ricerca dei motivi dell'esplosione delle fogne fuori Porta San Pietro. In città da giorni non si parla d’altro, su molti articoli di giornali si ipotizza che la colpa possa essere collegata all'aumento delle case in costruzione, a cui non è seguito un adeguamento della rete fognaria e ovviamente alla scarsa manutenzione.

Probabile. Verosimile. Giustissimo. L’adeguamento della rete fognaria, è proprio quello il punto, solo che, secondo noi alla luce di ciò che abbiamo scoperto, non è imputabile solo all’aumento delle abitazioni. La cosa sconcertante è che ci sono dei grossi problemi di base nella rete fognaria.

Come potete osservare dalle foto, non c’è bisogno di un tecnico plurilaureato per comprendere che qualcosa non torna. Anche uno sprovveduto in materia può rendersi conto che il tubo proveniente dall’alto è di 30 centimetri di diametro e non può incanalare il flusso delle acque nel tubo da 12 centimetri che scarica a valle. La logica vuole che sia impossibile una cosa del genere, viene da sé che si tratta di un disastro annunciato.

A fare le spese di questa negligenza è stata, per la quinta volta in meno di due anni, la pizzeria Salicicchia completamente allagata dal disastro dell’altra sera. Nonostante i danni subiti ripetutamente la pizzeria non ha mai ottenuto risarcimenti o sconti sulle tasse. Per questo motivo la nostra associazione ha organizzato una cena di solidarietà, venerdì 20 alle ore 20:00 presso l'osteria Salicicchia.

Potete prenotare e unirvi al tavolo civico, telefonando al 0761 – 321155 (disponibilità posti limitata, in caso di tutto esaurito cercate lo stesso di sostenere quest’attività commerciale cittadina, prenotando per un altro giorno).

Viterbo Civica

Photogallery

Commenti

Lascia un commento

Loading...
0